Ascoltare perchè?


Non ha mai sentito il bisogno irrefrenabile di dire la tua?

La spiegazione: egocentrismo socioculturale.
Nella nostra cultura ci hanno insegnato: chi comanda parla, chi obbedisce ascolta.

Ma saper ascoltare è una delle competenze più importanti che tu possa avere.

Ha un impatto notevole sulla tua efficienza sul lavoro e sulla qualità dei tuoi rapporti con gli altri.

Con un ascolto attivo otteniamo più informazioni, comprendiamo meglio, impariamo più facilmente.

Se consideriamo l’interrotto flusso di parole che ascoltiamo ogni giorno, si potrebbe pensare che siamo bravi a farlo!
In realtà non è così.

Secondo numerosi studi ascoltiamo appena il 25-50% di ciò che sentiamo.
E’ anche vero il contrario quando parli con il tuo capo, i tuoi colleghi, i tuoi clienti o il tuo partner per 10 minuti, loro sentono veramente per 2 ½ – 5 minuti quello che gli hai detto.

Quindi quando ricevi delle informazioni o delle indicazioni, sai di non aver ascoltato l’intero messaggio, speri comunque di avere assimilato le parti più importanti, ma se così non fosse?

Fortunatamente, l’ascolto è una capacità che noi tutti possiamo migliorare. Diventare un ascoltatore migliore aumenta la produttività, la capacità di influenzare, convincere e negoziare. Ma sopratutto, evita conflitti e incomprensioni, insuccessi sul lavoro e con il partner.

Una buona capacità di comunicazione richiede un elevato livello di consapevolezza di sé, e la conoscenza del proprio personale stile di comunicare.

Nella vita la capacità di comunicare è la più importante delle facoltà.
S. Covey
, Le Sette Regole per Avere Successo

Il metodo più efficace per evitare fallimenti comunicativi è l’Ascolto Attivo.

Author: Patrizia

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *